Il TUO NUOVO PROGETTO

Scegli tra i formati quello più adatto alle tue esigenze.

GIORNALE MINIZINE

Formato pocket (21x30cm), da 4 pagine, fino a 100 copie, pratico ed economico.
Crea un minizine Carica un minizine

GIORNALE CLASSICO

Formato classico (31,5x44cm), da 8 pagine e a partire da 100 copie, autentica carta giornale da 45gr.
Crea un giornale Carica un giornale

FILE PDF Nuovo formato

Formato A4, anche pagina singola, a partire da € 0,99 a pagina, da condividere con chi vuoi.
Crea PDF Carica PDF
formato-colore-rgb-cmyk

Creare un giornale: formato colore RGB o CMYK?

RGB e CMYK sono due sistemi per la miscelazione dei colori. Gli schermi di computer, smartphone e tv emettono i colori come luci, un mix dei colori principali utilizzati dal sistema RGB: rosso, verde e blu.

Quando però spostiamo il nostro campo di lavoro dai dispositivi elettronici alle stampanti, i colori minimi richiesti diventano quattro. Questi quattro colori fondamentali sono traducibili negli inchiostri: ciano (Cyan), magenta (Magenta), giallo (Yellow) e nero (Black) che formano il sistema di colori CMYK.

Da questi quattro colori principali è possibile derivare tutti gli altri colori.

Quando produciamo degli elaborati pronti a essere stampati, il software utilizzato prende le informazioni sul colore memorizzate nel file in formato RGB e le invia alla stampante. La stampante, a sua volta, rielaborerà quei colori in modo da poterli riprodurre mescolando insieme gli inchiostri CMYK.

Tutto ciò consente alla stampante di ricreare i colori emessi sotto forma di luce dal monitor. Di fatto non è possibile mescolare gli inchiostri e rendere tutti i colori così come appaiono al computer nel formato RGB. Questo è il motivo per cui i colori avranno un aspetto leggermente differente dalla stampa allo schermo.

La stampante è in grado di convertire in autonomia i colori ma, poiché non ha accesso alle informazioni originali del file in RGB, non sempre il lavoro di conversione coincide! Per ovviare a questa problematica e avere già un’idea del colore finale che renderà la stampa conviene impostare il file di lavoro sul tuo computer in CMYK prima della realizzazione o modifica, in ogni caso prima di esportare il ​​tuo file come PDF.

D’accordo, ora la domanda successiva che ci poniamo sarà lecita:

Come fa la stampante a produrre tutti quei colori da soli quattro inchiostri?

Consideriamo che le macchina che stampano giornali, di solito, hanno quattro piastre metalliche, una per ciascuno di questi colori. Durante il processo di stampa, la carta scorre su queste lastre e l'inchiostro viene trasferito alla pagina in una quantità variabile.

Il quantitativo di inchiostro che passa dalla lastra alla carta è definito in percentuale dal software utilizzato per la realizzazione della grafica. Ad esempio, se volessimo rendere un testo nero al 100% dovremmo impostare la seguente combinazione di colori: C:0, M:0, Y:0, K:100.

Tutto ciò di cui abbiamo parlato riguarda prettamente la nostra tipologia di stampa: offset. La stampa digitale non usa lastre ma, in entrambi i casi, la modulazione del colore rispetta lo standard CMYK.

Quando carichi un file sulla nostra piattaforma, il nostro sistema effettua un controllo che ti permette di sapere se la qualità dell’immagine che stai caricando è ottimale o non è adatta alla stampa.

Se dovessi riscontrare problematiche nel meccanismo di conversione su un file creato da te e pronto al caricamento non preoccuparti! In fase di conclusione dell’ordine analizzeremo il tuo file ed, eventualmente, ti segnaleremo il problema e ti aiuteremo a risolverlo.

Se hai ulteriori dubbi non esitare a contattarci, un nostro esperto sarà sempre a tua disposizione!

Articolo di iltuogiornale.it in stampa giornale -
708 Visualizzazioni 2 Questo articolo è stato utile
Seguici su